Blog
  • Home
  • Blog
  • Bosco della Mesola: un luogo in cui immergerti

Bosco della Mesola: un luogo in cui immergerti

Visitalo durante un soggiorno nel nostro agriturismo a Ferrara e dintorni

Tra le attrazioni naturali che puoi visitare durante un soggiorno in agriturismo a Ferrara e dintorni, il Bosco della Mesola è, senza dubbio, uno dei luoghi più belli e suggestivi.

La riserva si estende tra i Comuni di Goro, Codigoro e Mesola ed è caratterizzata da una vegetazione tipicamente mediterranea, con tamerici e lecci, ma anche con alberi a lungo fusto, come il pino domestico, il salice, il pioppo o, ancora, la quercia.

Ma è la fauna, ricca di specie peculiari, a rendere il Bosco della Mesola così interessante. Protagonista, tra i vari animali da osservare, è certamente il Cervo della Mesola, ritenuto dagli esperti una specie autoctona, ancora oggi presente, sebbene in numero ristretto, nella riserva ferrarese. Altri mammiferi che vivono sul posto sono: il daino, il tasso, la puzzola, il riccio e l’arvicola, più o meno visibili a seconda della stagione.

Chi ama fare bird-watching, inoltre, troverà nel Bosco della Mesola tantissime occasioni per rimanere con il fiato sospeso. Nella riserva, infatti, vivono numerose varietà di uccelli, tra cui il merlo, la cinciallegra, la capinera e l’allocco. E, per completare il quadro della fauna locale, anche diverse specie di rettili, alcune delle quali particolarmente rare, come il blacco, la testuggine di Hermann e la testuggine lacustre.


Qual è il miglior periodo per visitare il Bosco della Mesola?


La riserva del Bosco della Mesola, raggiungibile facilmente in auto durante un soggiorno in agriturismo a Ferrara e dintorni, è aperta al pubblico tra marzo e i primi di ottobre. Il periodo primaverile rimane, però, il migliore per dedicarsi a gite ed escursioni, in quanto il clima non tocca ancora temperature troppo alte, mentre le piogge sono poco frequenti. In alternativa, potete optare per le prime settimane di settembre.

A breve distanza dal Bosco della Mesola, non mancano altri luoghi del ferrarese degni di nota. Uno su tutti, l’Abbazia di Pomposa, che sorge a pochi minuti ed è pronta a regalarvi un magico viaggio nella storia, nella cultura e nell’arte del territorio. Altrettanto vicino è il Lido di Volano, dove potrete fare tappa per dare uno sguardo al litorale e, perché no, scattare qualche foto ricordo con alle spalle un panorama da sogno.

Per rendere ancora più piacevole la passeggiata presso il Bosco della Mesola, il nostro consiglio è quello di scegliere l’attrezzatura giusta. Sia per quanto riguarda l’abbigliamento, che dovrà essere comodo, pratico e, preferibilmente, ‘a cipolla’, ovvero con vari strati da eliminare, qualora dovesse fare caldo. Le scarpe da indossare sono quelle da trekking, meglio ancora se chiuse, per affrontare anche eventuali zone paludose.

Fondamentale, poi, è uno spray anti-zanzare, specialmente se vi apprestate a visitare il Bosco della Mesola nei mesi da maggio a inizio settembre, quando gli insetti potrebbero arrecarvi fastidio. L’equipaggiamento continua con un paio di occhiali da sole sportivi e un cappellino di tela, per proteggersi dal sole che picchia a mezzogiorno, con acqua, pranzo a sacco e una macchina fotografica per immortalare gli scorci più belli.

 

Richiedi informazioni

Vuoi maggiori info? Compila il form per contattarci

deltacommerce