Ordina on line i tuoi piatti !

Blog
  • Home
  • Blog
  • Abbazia di Pomposa: un luogo dove immergerti nell'arte romanica

Abbazia di Pomposa: un luogo dove immergerti nell'arte romanica

E poi scopri il nostro agriturismo a Comacchio e dintorni

Ti piacerebbe trascorrere una breve vacanza nel ferrarese?

Cerchi l’occasione giusta per staccare dalla quotidianità e rifugiarti in un luogo di pace e bellezza? Soggiornando in agriturismo a Comacchio e dintorni, puoi immergerti a fondo nell’arte, nella storia e nelle tradizioni del territorio. Puoi scoprire posti e attrazioni dall’indiscusso fascino e ammirare le tracce di un glorioso passato.

 

Un po' di storia


Tra le mete più gettonate, nei dintorni di Comacchio, c’è certamente l’Abbazia di Pomposa. Originaria dei secoli VI-VII, divenne un importante centro monastico dopo l’anno Mille: ebbe, dunque, inizio un periodo di grande splendore, dovuto anche alla presenza di figure come l’abate San Guido e Guido d’Arezzo, inventore del sistema di scrittura musicale basato sulle sette note.


Ciò che rende così rilevante l’Abbazia di Pomposa, comunque, è la massiccia presenza di opere pittoriche realizzate dai maestri dell’epoca: affreschi e raffigurazioni sacre, come quelli contenuti all’interno della Basilica di Santa Maria, ispirati alla tradizione di Giotto. O, ancora, il pavimento intarsiato in marmo, con splendidi mosaici risalenti al periodo che intercorre tra il VII e il IX secolo.


La Basilica è, tra tutte le costruzioni che compongono l’abbazia, il vero fulcro artistico, religioso e storico di Pomposa. Sulle pareti è possibile ammirare dipinti con scene tratte dalle sacre scritture, caratterizzati da una forte valenza simbolica e allegorica, ma non mancano i riferimenti al profano, come il tema della caccia selvaggia e la masnada di Arlecchino, tratti dall’immaginario francese.


Uno sguardo al campanile – alto 48 metri – che svetta sull’intero centro, poi, regala magnifiche emozioni. Lo stile è romanico-lombardo, con le tipiche finestre poste soprattutto sulla parte inferiore, che servivano ad alleggerire il peso della costruzione. Un’iscrizione su una lastra ci tramanda l’identità dell’architetto autore del progetto (Deusdedit) e l’anno di edificazione (1063).


Soggiornando in agriturismo a Comacchio e dintorni, si ha il tempo di visitare attentamente il posto, con una tappa immancabile al Museo Pomposiano, che raccoglie testimonianze e materiali provenienti dal complesso: ceramiche, dipinti, parti di affreschi. Merita uno sguardo anche il Palazzo della Ragione, dove un tempo veniva amministrata la giustizia dagli abati di Pomposa.
 

Orari:


L’Abbazia di Pomposa è visitabile ogni giorno (eccetto il lunedì), dalle 8.30 del mattino alle 19.30, mentre la Santa Messa viene celebrata la domenica alle ore 11.00. Al complesso è possibile accedere gratuitamente fino al compimento dei 18 anni; successivamente, il ticket è pari a 5 euro (intero) o 2,50 (ridotto, dai 18 ai 25 anni) nei giorni feriali e 3 euro (intero) e 1,50 (ridotto) nei festivi.


Inoltre, si svolgono regolarmente visite guidate (partenza alle ore 11.40) della basilica e del museo.




 

Richiedi informazioni

Vuoi maggiori info? Compila il form per contattarci

deltacommerce